Quanta Pasta Mangiare a Dieta?

La dieta mediterranea è sinonimo di pasta e molte persone amano questo piatto tradizionale della nostra cucina.

Tuttavia, molti si chiedono se e in che misura la pasta farebbe ingrassare se mangiata ogni giorno a dieta.

Ti ricordo ch puoi tranquillamente mangiare la pasta anche se sei a dieta se segui questi semplici passaggi.

Quanta Pasta Mangiare per Dimagrire?

La quantità di pasta che una persona dovrebbe mangiare al giorno dipende dal suo peso.

Nonostante siamo a dieta, possiamo comunque permetterci di mangiare circa 80-85 grammi di pasta, che equivalgono a circa 300 calorie che devono essere circa il 50-55% dell’apporto calorico giornaliero totale.

La pasta cruda pesa circa 80 g e cuoce fino a 200 g.

Il conteggio o la determinazione delle quantità si possono fare utilizzando un esercizio pratico: ad esempio 60 fusilli o 80 orecchiette daranno la giusta porzione.

Una dieta mediterranea o un piano di controllo del peso possono richiedere sia il piatto unico che un piatto di pasta con verdure e legumi aggiunti a un filo di olio extravergine di oliva.

Oltre alla dimensione della porzione, va preso in considerazione anche il metabolismo individuale:
un metabolismo più veloce consente di digerire più cibo senza aumentare di peso, mentre un metabolismo più lento è più incline all’aumento di peso.

Il valore nutritivo della pasta è di circa 300-350 kcal per 100 grammi senza condimenti.

Durante la dieta puoi mangiare la pasta. Di conseguenza, gli esperti suggeriscono di ridurre le porzioni. Un piatto di 80-90 grammi di pasta è salutare in questo senso. Tuttavia, ci sono diversi piccoli accorgimenti che possiamo usare per ridurre l’indice glicemico della pasta.

Le proprietà di grano della pasta integrale vengono quindi preservate, quindi si consiglia di consumarla. Inoltre, si consiglia di consumarlo a pranzo, non a cena, in quanto la sera contiene molte calorie in quanto non si ha un dispendio energetico.

Possiamo usare la pasta fino a 2 o 3 volte a settimana, poiché questi carboidrati si assorbono lentamente rispetto ad altri zuccheri semplici, che non aumentano i livelli di zucchero nel sangue.

Inoltre, a causa del suo contenuto di amido, proviamo una prolungata sensazione di sazietà.

È anche importante ricordare che dovrebbe essere incluso il condimento.

I condimenti limitati devono quindi essere gli essenziali, cioè quelli a bassa densità calorica.

Al contrario, se abbiamo mangiato troppo e accumulato calorie in eccesso, possiamo bruciarle con una bella passeggiata.

Torna a Dimagrire Facile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *