Dieta Pancia Piatta: Come Rassodare il Corpo in 2 Settimane

immagine di un pasto della dieta mediterranea

Negli ultimi anni in Italia ci sono tantissimi video e articoli dedicati ad ogni tipologia di dieta, compresa quella mirata alla pancia piatta.

Molte di queste diete rappresentano una novità assoluta per quelli che sono i nostri standard, ma alla prova dei fatti la maggior parte di esse causano il famoso effetto yo-yo, quello in cui si dimagrisce nel breve periodo per poi recuperare tutti i kg persi con gli interessi.

Di tutte le diete di cui si riempie il web, solo una minima parte sono state testate da fonti attendibili. Questo significa che la maggior parte dei siti web diffondono informazioni false e perfino fuorvianti.

L’approccio del mio portale è diametralmente opposto a quello che si vede da altre parti: qui ti parlerò solo di diete che ho realmente testato in prima persona, non limitandomi ad elencarti quelli che sono i vari pregi e difetti, ma cercando di farti capire se è davvero il regime alimentare adatto a te.

Fatta questa doverosa premessa, passo a illustrarti la famosa dieta della pancia piatta

metro per misurazione

Al bando i Carboidrati per la Pancia Piatta



La pancia piatta è il desiderio nascosto di tutti, uomini o donne.

E non è detto che si tratti di un desiderio solo delle persone in sovrappeso: perfino chi è magro può accumulare quel poco di grasso che assume proprio sul punto vita, generando rotolini antiestetici.

Nella maggior parte dei casi la pancetta è sintomo di un consumo eccessivo di carboidrati, pane e pasta in primis. Sono infatti proprio questi alimenti quelli che favoriscono maggiormente i gas intestinali e l’accumulo di grasso a ridosso degli addominali.

La soluzione più evidente al problema è quindi quella di bandire pane e pasta dal proprio menù quotidiano, utilizzando prodotti non raffinati e integrali.

Ovviamente, abbinare al tutto anche della buona attività fisica permette di velocizzare il percorso verso un ventre piatto e tonico.

Un primo campanello d’allarme: la pancia gonfia



Non è detto che una pancia gonfia sia solo un sintomo di grasso in eccesso.

Potrebbero esserci delle specifiche problematiche intestinali, come l’alterazione della flora batterica, un colon irritabile o delle intolleranze alimentari.

Qualunque sia il problema, nei casi sopra citati la soluzione è sempre la stessa: cambiare alimentazione scegliendo solo cibi adatti allo scopo, magari servendosi anche di qualche rimedio naturale.

Quelle che le donne chiamano “ventre a palloncino” può essere in realtà anche causato dallo stress, che contribuisce a mettere aria nell’intestino e nello stomaco.

L’alimentazione regolare è la panacea a qualsiasi tipo di problema, ma se da un ventre vuoi anche tonicità devi necessariamente fare dell’attività fisica.

Non ti chiedo di fare chissà quali peripezie in palestra: basta anche una semplice passeggiata a passo sostenuto per almeno 30 minuti al giorno.

Per curare i gonfiori, infine, puoi affidarti anche a delle gustose tisane.

una donna ripresa con un pigiama celeste

Quali alimenti evitare o scegliere


Trovato il problema, la domanda è lecita: come risolvere?

Assodato che una dieta equilibrata è fondamentale per sgonfiare la pancia, sarebbe opportuno anche fare un elenco di quelli che sono gli alimenti da evitare assolutamente e quelli invece da assumere con moderazione.

Allo stesso modo, è fondamentale conoscere i cibi che possono aiutarti nello sgonfiare la pancia.

Alimenti da evitare: la lista nera


Se desideri avere una pancia piatta, non basta mangiare sano, ma devi anche evitare numerose “tentazioni” alimentari. I cibi fritti, ad esempio, sono il nemico numero uno della tua linea.

Se proprio non riesci a farne a meno, cerca di limitarli: non più di un paio di volte al mese, e solo se fritti con olio extravergine.

Anche gli insaccati e i salumi non sono adatti alla pancia piatta: concediti al massimo della bresaola o del prosciutto una volta alla settimana, e non più di 60 grammi.

Dovrai ridurre drasticamente anche l’uso di sale: ti consiglio in alternativa erbe aromatiche e spezie, i tuoi piatti avranno ugualmente un ottimo sapore.

Infine, tra gli alimenti da evitare ci sono anche zuccheri raffinati, caramelle, chewing-gum, alcolici, bibite fresche e succhi di frutta.

Gli alimenti per una pancia piatta


Fortunatamente non esistono solo cibi che fanno ingrassare.

Ve ne sono altri che non solo non ti fanno metter su la pancia, ma contribuiscono perfino a farti dimagrire.

Gli alimenti più efficaci in tal senso sono quelli poveri di grasso e ricchi di proteine, come le carni magre (pollo e tacchino e pesce magro), le uova, e i formaggi molto stagionati (almeno 36 mesi) come parmigiano e grana.

La lunga stagionatura è importante perché riduce le quantità di lattosio, che è uno degli elementi che scatena più gonfiori addominali. Anche le patate sono da annoverare tra gli elementi ammessi, ma senza esagerare, altrimenti potresti avere problemi di gas intestinali.

La lista degli ortaggi è forse quella più lunga, perché la maggior parte di essi ti assicura una pancia magra: sedano, carote, cetrioli, zucchine, lattuga, spinaci, cicoria e barbabietole.

Tra le spezie invece sono ammessi pepe nero, peperoncino, zenzero e cannella.

Completo questa lista con la frutta, anche qui con una grande vastità di scelta: melone, banana, ananas, frutti di bosco, uva e tutti gli agrumi.

donna in bikini ripresa in primo piano

Vacci piano con pane e pasta


Il fatto che pasta, pizza e pane siano gli alimenti più ricchi da carboidrati e, di conseguenza, quelli che provocano la pancetta non vuol dire che dobbiamo demonizzarli.

Basta semplicemente regolarizzare il consumo di questi cibi e di tutti quelli che derivano da grano, riso e mais. Anche perché i carboidrati sono presenti, seppur in quantità minori, anche in alcuni legumi, frutta e verdura.

È tutto una questione di quantità: per non esagerare, una porzione di riso, pasta o pane (quest’ultimo rigorosamente integrale) non deve andare oltre i 50 o 70 grammi.

Per quel che riguarda la frutta, invece, puoi mangiarne fino a 300 grammi al giorno (il corrispondente di 3 frutti, di solito).

Per quel che riguarda i legumi, infine. c’è un distinguo da fare fra crudi e cotti: nel primo caso le porzioni giornaliere non devono superare i 50 grammi, nel secondo possono arrivare a 160 grammi.

Fai però attenzione alla pellicina tipica dei legumi: se soffri di gonfiori addominali è la prima causa di gas intestinali.

La regola dei cinque pasti al giorno


Tutti i regimi alimentari che si rispettano hanno una regola fondamentale, quella dei 5 pasti giornalieri, ed ovviamente la dieta per la pancia piatta non fa eccezione.

Devi mangiare poco e spesso: colazione, pranzo, cena, più due spuntini intermedi al mattino e al pomeriggio sono i cardini su cui si poggia la dieta perfetta.

Spesso sono i pasti più sottovalutati, ma gli spuntini sono in realtà quelli fondamentali, perché non solo permettono di arrivare al pasto principale senza un’eccessiva fame, ma evitano dolci o snack, vere “bombe caloriche”.

un uomo misura la sua pancia con il metro

L’importanza della colazione


“Colazione da re, pranzo da principe e cena da povero” recitava un vecchio detto popolare.

E mai come in questo caso la saggezza popolare rispecchia il vero, perché la colazione è il pasto più importante di tutti, quello che mantiene attivo il metabolismo per tutto il resto del giorno.

Un esempio di colazione salutare può essere quella composta da tè verde, 3 gallette di quinoa integrali (o di riso), 1 frutto (magari un kiwi) e 3 cucchiaini di marmellata di arancia (rigorosamente senza zucchero).

Se non sai invece rinunciare al caffè mattutino, puoi abbinarlo ad una sola galletta e a qualche mandorla.

A pranzo carboidrati e proteine

Se c’è un pasto più adatto per assumere carboidrati, quello è il pranzo.

Un esempio di pranzo ideale per avere la pancia piatta può essere quello che prevede un piatto da 60 grammi di riso integrale abbinato a 250 grammi di verdure crude e 120 grammi pesce (per i vegetariani, il pesce può essere sostituito da 100 grammi di tofu).

Questo semplice menù ha tutti i vantaggi del caso: apporta la giusta quantità di proteine, evita i picchi glicemici ma soprattutto ti farà alzare da tavola sazio.

Gli spuntini per eliminare il grasso addominale


Come già anticipato nei precedenti paragrafi, gli spuntini di metà mattinata e pomeriggio sono fondamentali per tutti gli uomini e le donne che sognano un ventre piatto.

Gli alimenti che puoi usare come spuntini sono tanti e gustosi: uno yogurt (sempre che tu non sia intollerante), un frutto di stagione, o semplicemente qualche noce.

Potresti trovare buoni anche i centrifugati di verdura e frutta, da mangiare in abbinamento a micro porzioni di frutta (10 grammi) o avocado (max 30 grammi).

persona che mangia

Una cena all’insegna delle proteine


Dato che è il pasto che precede la fase del sonno, la cena deve essere per forza di cose leggera.

Il menù che ti consiglio per una cena leggera ma gustosa prevede 140 grammi di scaloppine di pollo o tacchino (per i vegani l’alternativa sono 120 grammi di tempeh alla piastra), da abbinare a 250 grammi di verdure a crudo e un paio di gallette di quinoa.

Con un menù del genere eliminare i grassi in eccesso sarà un gioco da ragazzi.

Idratati sempre


Gli alimenti giusti sono importanti per buttare giù la pancetta, ma è altrettanto fondamentale rimanere sempre idratati. Se sei una persona che non beve mai abbastanza, fissati l’obiettivo minimo degli 8 bicchieri d’acqua al giorno.

A questi, potresti abbinare anche qualcosa di stuzzicante, come 3 o 4 tazze di infusi di carcadé antiossidante o di tè verde.

Non fare “mappazzoni”


Prendendo in prestito le parole del mitico Bruno Barbieri, in cucina non devi creare “mappazoni”, ma dovrai cucinare solo cibi freschi e semplici, evitando quelli “industrali” e precotti. Non esagerare con i condimenti: un filo di olio extra vergine a crudo è più che sufficiente.

legumi e una tazza di thè ripresi dall'alto
0

I rimedi naturali per una pancia piatta
Se hai bisogno di qualche rimedio naturale per sgonfiare la tua pancia, ti consiglio il macerato glicerico di Ficus carica. Ne bastano 20 gocce in pochissima acqua, da prendere un quarto d’ora prima dei pasti per almeno un paio di mesi.

Puoi anche bere due volte al giorno un infuso di finocchio. Se vuoi invece un rimedio specifico contro il grasso addominale, ti consiglio il macerato glicerico di Juniperus communis.

Anche qui ne bastano 20 gocce in acqua da bere prima dei pasti.

Il mio consiglio finale per perdere peso rapidamente


Alla luce di tutte le diete che ho provato nella mia vita, ti posso dire che un buon regime alimentare è fondamentale per perdere peso, ma se vuoi farlo nel minor tempo possibile dovrai assumere anche degli integratori naturali.

Prima di lasciarti andare allo scetticismo, ti dico subito che ne ho provati tantissimi, e in effetti la maggior parte di essi non mi ha portato alcun beneficio.

L’unico che mi ha piacevolmente sorpreso e che mi ha fatto perdere peso in maniera naturale e velocemente è l’African Mango.

Lo abbiamo provato sia io che i miei amici, e ne siamo rimasti tutti entusiasti.

Se lo vuoi acquistare al prezzo più basso possibile puoi approfittare del link qui in basso, ma ricorda che sarà disponibile in Italia per un breve periodo di tempo.

immagine della soluzione per la dieta

una foto di Roberto Rossi, uno scrittore di Pensieri di Strada

AUTORE:

Roberto Rossi

Sono un’appassionato di salute e benessere che lavora e vive a Roma, la mia città natale. Ho passato  anni a provare diete e regimi alimentari di tutti i tipi e, spinto da una passione per questo settore e per sconfiggere l’obesità, ho deciso di scrivere e condividere le mie esperienze su questo sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *