Dieta Macrobiotica: Esempio, Benefici, Controindicazioni e.. Funziona?

immagine di un pasto della dieta mediterranea

Oggigiorno nel nostro paese è possibile trovare un elevatissimo numero di articoli e video relativi a una grande varietà di diete, compresa quella macrobiotica.

Diversi regimi alimentari presentano delle particolarità mai viste prima, ma bisogna affrontare la triste realtà.

Queste diete, infatti, semplicemente sono inefficaci e possono persino condurre a un aumento di peso nel lungo periodo (effetto yo-yo), capace di illudere e scoraggiare la persona che desidera dimagrire.

Questi piani alimentari presentano lo stesso problema: sono stati testati da pochissime persone. Di conseguenza, poche sono le informazioni serie e affidabili a nostra disposizione; molte, purtroppo, quelle persino ingannevoli.

Ciò potrebbe generare confusione nella persona desiderosa di realizzare una perdita di peso, che mancherebbe di idee chiare su quale regime alimentare intraprendere per raggiungere i propri obiettivi nutrizionali.

La nostra piattaforma web ha lo scopo di illustrarti soltanto le diete che sono state da noi testate.

In questo modo potremo dirti con cognizione di causa se hanno funzionato e quali sono i loro lati positivi e quelli negativi, guidandoti al meglio verso le soluzioni che potranno fare al tuo caso.

Dopo queste premesse, siamo davvero pronti per iniziare a trattare la dieta macrobiotica, fra i regimi alimentari più conosciuti e discussi in Italia e in Europa.


La dieta macrobiotica realizza un regime alimentare che prevede un consumo di cereali integrali e di verdure, una limitazione dei cibi di origine animale e un’abolizione degli alimenti raffinati, come lo zucchero bianco e le bibite.

È bene evidenziare come la dieta macrobiotica possa portare a delle carenze alimentari nel caso non fosse seguita in modo preciso e rigoroso.

La dieta macrobiotica fu concepita nel dopoguerra dal giapponese Georges Ohsawa, che si era ispirato alla medicina orientale taoista. I cibi, in base a questa concezione, potevano essere divisi in due insiemi: yin e yang, che corrispondono ai caratteri tradizionali della filosofia cinese.

Scegliendo accuratamente i cibi, la dieta avrebbe aiutato le persone a raggiungere un equilibrio di corpo e mente, funzionale al miglioramento della loro qualità della vita.

un toast ripreso mentre viene misurato con un metro

Dieta macrobiotica e salute


Questa strategia alimentare può essere seguita su differenti piani, più o meno drastici.

Ai livelli più bassi troviamo prima di tutto un regime di tipo vegetariano (pur includendo degli alimenti di origine animale, come il pesce), che comprende un’abbondanza di cereali e una modesta quantità di frutta e verdura di stagione.

Ai piani più alti possiamo invece trovare un consumo esclusivo di cereali integrali, il quale, senza dubbio, ha danneggiato l’immagine di questo regime alimentare, che è per la verità in grado di offrire anche dei lati positivi se seguito con criterio e moderazione.

Una dieta macrobiotica priva di rischi per la salute ha l’obbligo di includere tutti i cibi che trovi elencati di seguito.

  • Cereali integrali, fra cui avena, riso, grano, mais, miglio e segale, nonché prodotti che sono stati derivati dalla farina integrale, fra cui il pane e la pasta.
  • Le verdure e le alghe. Si consiglia di consumare un grande numero di diverse verdure fresche. Le alghe possono essere impiegate per esaltare il sapore e il valore nutrizionale di alcuni piatti.
  • Legumi, come ceci, fagioli, lenticchie, piselli e tofu.
  • Minestre con fagioli, lenticchie e prodotti orientali come il gustosissimo miso, derivante dai semi di soia fermentati, e il shoyu, una salsa di soia dal colore scuro.
  • Frutta. Per esempio è una buona idea realizzare una macedonia di frutta di stagione e con diversi agrumi. È necessario impiegare frutta molto fresca, possibilmente optando per dei prodotti locali.
  • Semi, spezie, frutta secca e pesce. Semi di girasole, zucca e sesamo, nocciole, arachidi e castagne.


Da utilizzare, con moderazione, sale marino, senape, zenzero, aglio, succo di mela e limone, che possono essere impiegati per insaporire i cibi.

Chi non è vegetariano ha modo di aggiungere del pesce ogni settimana, per un totale di circa tre porzioni piccole. In un piatto il pesce deve presentare una qualità yang capace di armonizzarsi con le verdure a foglia, i legumi e i cereali.

Come impostare la dieta macrobiotica


I punti fermi della dieta macrobiotica sono il consumo di cereali integrali (in chicchi), di legumi, di frutta di stagione, di verdure di stagione (crude e cotte), di carni bianche oppure di pesce (a carne bianca).

La nutrizione di ogni giorno viene suddivisa in questo modo.

  • Per il 50% è costituita da integrali in chicchi.
  • Dal 20% al 30% è costituita da verdure di stagione (crude o cotte).
  • Dal 10% al 20% è costituita da carni bianche o da pesce (non ogni giorno).
  • Per il 10% di frutta fresca o secca di stagione, in alternativa da alghe o da dessert (senza zucchero e latticini).


Dunque, ben si comprende come metà del pasto sia costituita da cereali integrali, riso dolce, orzo, miglio, frano saraceno, mais ecc.

insalata di verdure e fichi

Dieta macrobiotica: ulteriori consigli


Altri consigli sono offerti dai sostenitori di questo regime alimentare e interessano gli utensili da utilizzare in cucina. Per cuocere gli alimenti si dovrebbero usare dei recipienti in acciaio inossidabile, oppure in ferro smaltato (o in ghisa); sconsigliati invece quelli in rame o in alluminio, oltre che in teflon.

Alcuni suggerimenti finali dei sostenitori della dieta macrobiotica interessano l’ambiente e il metodo di masticazione. Si consiglia un ambiente rilassante e un atteggiamento equilibrato e calmo nei confronti della vita, ricordando di consumare i cibi masticando per molto tempo.

Dieta macrobiotica: un piano alimentare ortoressico


La dieta macrobiotica sembra realizzare un regime alimentare decisamente poco bilanciato e senza dubbio ripetitivo.

Si può a tutti gli effetti considerare questa come una dieta ortoressica, sebbene l’idea di favorire il consumo di cereali e legumi possa condurre a una carenza nutrizionale rilevante, sia per ciò che riguarda i principali nutrienti (soprattutto le proteine) che per i micronutrienti come il ferro, lo zinco e il calcio, oltre che la vitamina D e B12.

Come fare per evitare queste carenze?

Bisogna realizzare una dieta rigorosa che preveda l’assunzione quotidiana di precisi alimenti contenenti proprio quelle sostanze che si rischia di non assumere a sufficienza, ma è altresì importante che questi siano privi di nutrienti capaci di vanificare il loro assorbimento.

In definitiva, intraprendere un regime alimentare bilanciato accogliendo totalmente le regole della dieta macrobiotica si rivela essere possibile, ma nella pratica qualcosa di molto complesso da realizzare.

Non a caso, dopo un primo grande successo, la dieta ha mostrato i limiti importanti delle diete puriste, riguardando oggigiorno solamente una piccola parte della popolazione.

verdure e frutta misti riprese in primo piano

Il mio consiglio personale per ridurre il proprio peso velocemente


Dopo aver provato molte diete sono arrivato alla conclusione che per ridurre il proprio peso rapidamente non è sufficiente seguire la dieta “giusta”, ma è necessario affiancare ad essa l’assunzione di un integratore naturale.

Ne ho provati tanti senza risultati. Alcuni comportano anche sgradevoli effetti collaterali, trasformandosi in danni al portafoglio e alla salute.

Un integratore che ho provato e trovato efficace è AFRICAN MANGO e per questo lo consiglio a chi vuole perdere peso velocemente e in modo naturale. Per rintracciarlo nella rete al prezzo più basso, fate click sul link sottostante.

Rimarrà disponibile in Italia solo per poco tempo.

immagine della soluzione per la dieta

una foto di Roberto Rossi, uno scrittore di Pensieri di Strada

AUTORE:

Roberto Rossi

Sono un’appassionato di salute e benessere che lavora e vive a Roma, la mia città natale. Ho passato  anni a provare diete e regimi alimentari di tutti i tipi e, spinto da una passione per questo settore e per sconfiggere l’obesità, ho deciso di scrivere e condividere le mie esperienze su questo sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *