Dieta del Limone: Come Funziona, Menù Settimanale per Dimagrire

immagine di un pasto della dieta mediterranea

Al giorno d’oggi in Italia è possibile trovare con facilità tantissimi articoli e video relativi a diete di ogni tipo, inclusa la dieta del limone.

Diverse sono le diete capaci di introdurre caratteristiche e linee guida mai viste in precedenza.

Purtroppo, tanti regimi alimentari non funzionano e possono portare a effetti sgradevoli, come il temuto effetto yo-yo, una serie di sbalzi del peso che potrebbe demoralizzare chi sta seguendo un particolare regime alimentare.

Sfortunatamente, solo poche persone hanno intrapreso questi regimi alimentari. Di conseguenza, le informazioni disponibili e attendibili relative all’efficacia di queste diete sono poche, spesso confuse e talvolta addirittura del tutto fuori luogo.

Abbiamo un obiettivo: illustrarti i regimi alimentari testati di persona, in modo tale da mostrarti i lati positivi e negativi di ognuno di essi. In questo modo potremo fornirti delle indicazioni sui regimi alimentari che meglio potranno aiutarti nella perdita di peso.

È giunto il momento di discutere la dieta del limone, fra le strategie alimentari più conosciute in Italia e nel resto d’Europa.

Quali dinamiche coinvolgono la dieta del limone? Ha effetti consistenti? Rispondiamo insieme a queste domande con un menù settimanale, al fine di comprendere che alimenti consumare e in particolar modo quali sono le controindicazioni e le impressioni degli esperti della nutrizione.

La dieta del limone si rivela essere un regime alimentare di tendenza, che torna alla ribalta promettendo una perdita di peso veloce.

una donna viene ripresa mentre versa una limonata

Quali sono i principi di funzionamento? Si tratta di un regime alimentare corretto per dimagrire? Quali sono le controindicazioni?

Certamente il limone è un alimento sano e dai grandi pregi; non a caso molte persone cominciano la giornata con una tazza di limonata.

Ma quante persone sanno che l’agrume può costituire l’alimento centrale di una dieta? Vediamo insieme le caratteristiche di questo piano alimentare.

I principi di base della dieta del limone


Questo regime nutrizionale è stato progettato dalla dottoressa Martine Andrè, per poi trovare diffusione e divenire rapidamente una dieta celebre in tutto il mondo, grazie anche alle numerose star che l’hanno seguita per ottenere la perdita di peso in eccesso e rimanere in forma.

La strategia alimentare si basa sull’effetto drenante e depurativo del limone, un agrume capace di placare l’appetito e di migliorare i problemi di ritenzione idrica e di cellulite, oltre che di favorire il metabolismo facilitando una perdita di peso.

Non a caso, la dieta del limone garantisce un dimagrimento rapido, capace di arrivare anche a 3 kg ogni settimana.
Come si può realizzare la dieta del limone? Attraverso un massiccio consumo di limoni, bevendo del succo di limone e una bevanda realizzata con acqua, succo, sciroppo d’acero e pepe di Cayenna, capace di stimolare il metabolismo e facilitare le attività intestinali.

Cosa consumare nella dieta del limone


La dieta del limone della dottoressa Andrè prevede la consumazione giornaliera di una precisa bevanda, la quale può essere preparata con i seguenti ingredienti.

  • 30 cl di acqua
  • Succo di limone (due cucchiai)
  • Sciroppo d’acero (due cucchiai)
  • Un pizzico di pepe di Cayenna



La bevanda realizzata deve essere consumata a colazione, subito dopo essersi svegliati, ma anche prima di coricarsi, dopo aver consumato lo spuntino di metà mattina e metà pomeriggio.

La dottoressa ha altresì fornito ulteriori linee guida per la realizzazione di questa dieta, consigliando di assumere nuovi cibi durante la giornata.

Fra questi alimenti figurano lo yogurt, la frutta secca e fresca, l’insalata di verdure, il pane integrale, le zuppe, il pesce, il petto di pollo, le uova e la pasta integrale.

La dieta del limone realizza dunque un regime alimentare contraddistinto da un’assunzione limitata di calorie (dieta ipocalorica), prevedendo l’assunzione di:

  • Succo di limone
  • Frutta fresca
  • Frutta secca
  • Yogurt
  • Fiocchi d’avena
  • Brodo di verdure
  • Mandorle
  • Legumi
  • Pesce
  • Avocado
  • Petto di pollo
  • Pane integrale
  • Pasta integrale
  • Olio extravergine d’oliva
olio d'oliva in primo piano mentre viene versato

Menù settimanale della Dieta del Limone


Ti proponiamo di seguito un menù settimanale semplificato relativo a questa dieta.

Tuttavia, prima di intraprendere questo regime alimentare ti raccomandiamo di fare affidamento a un esperto di alimentazione se desideri seguire questa dieta per perdere del peso: in questo modo potrai ottenere un piano ad hoc, dunque nel completo rispetto delle tue esigenze personali.

Lunedì

Colazione: limonata seguita da yogurt (vegetale, se si desidera), dei fiocchi d’avena, frutta.
Spuntino: limonata e della frutta fresca.
Pranzo: brodo vegetale e del pane (integrale).
Spuntino: limonata con della frutta secca.
Cena: pesce con delle verdure insaporite dal succo di limone.
Prima di coricarsi bere una limonata.

Martedì

Colazione: limonata con macedonia, caffè d’orzo e delle mandorle.
Spuntino: verdure crude e limonata.
Pranzo: risotto al gusto di limone.
Spuntino: limonata e frutta (secca).
Cena: petto di pollo e contorno di verdure, con del succo di limone come condimento.
Prima di coricarsi bere della limonata.

Mercoledì

Colazione: limonata con macedonia di frutta e del pane (tostato).
Spuntino: limonata e frutta (fresca).
Pranzo: insalata con fagioli e verdure insaporite dal succo di limone.
Spuntino: formaggio fresco con verdure (crude) e limonata.
Cena: frittata e verdure insaporite da del succo di limone; pane (integrale).
Prima di coricarsi bere della limonata.

Giovedì

Colazione: limonata con avena, frutta e dello yogurt.
Spuntino: delle mandorle e della limonata.
Pranzo: pasta integrale, verdure.
Spuntino: frutta fresca e della limonata.
Cena: lenticchie e insalata, pane (integrale).
Bere della limonata prima di coricarsi.

Venerdì

Colazione: limonata con della frutta fresca e del pane (integrale).
Spuntino: verdura cruda e una limonata.
Pranzo: pasta integrale con del tonno e delle verdure insaporite dal limone.
Spuntino: limonata e frutta fresca.
Cena: pesce con delle verdure insaporite dal succo di limone.
Bere una limonata prima di coricarsi.

Sabato

Colazione: yogurt (anche vegetale) con una limonata, dei fiocchi d’avena e della frutta.
Spuntino: succo di limone e mandorle.
Pranzo: pane (tostato), brodo vegetale.
Spuntino: del formaggio fresco e della verdura cruda, una limonata.
Cena: della carne (bianca) con delle verdure insaporite dal succo di limone.
Bere una limonata prima di coricarsi.

Domenica

Colazione: limonata e macedonia di frutta, insaporita dal limone.
Spuntino: frutta secca e limonata.
Pranzo: del riso integrale con delle verdure.
Spuntino: verdura cruda e una limonata.
Cena: del formaggio magro con delle verdure e del pane (integrale).
Bere una limonata prima di coricarsi.

limoni in primo piano con uno spremiagrumi

Dieta del limone: le controindicazioni


Similmente a ciò che avviene per tanti piani alimentari di tendenza, anche la dieta del limone ha delle controindicazioni.

Questo perché, la maggior parte delle volte, non si rivela essere una dieta bilanciata, offrendo sì un dimagrimento rapido, ma accrescendo nel contempo la probabilità di manifestazione dell’effetto yo-yo, dunque un aumento di peso che si presenta dopo aver interrotto il regime alimentare.

Il vero problema è comunque un altro: questa dieta non consente a chi la intraprende di ottenere una corretta coscienza alimentare. Di conseguenza, la dieta del limone non insegna come mangiare in modo salutare e a lungo termine.

Se viene seguita sul lungo periodo, inoltre, potrebbe dare luogo a cattivo umore, spossatezza e difficoltà nella concentrazione, oltre che al mal di testa e ad altri sgradevoli sintomi.

Un consistente utilizzo del succo di limone potrebbe infine danneggiare lo smalto dentale, oltre che peggiorare una gastrite.

L’analisi del nutrizionista


Abbiamo avuto un parere di Enrica Bovio, nutrizionista e biologa molecolare.

Secondo l’esperta di nutrizione la dieta del limone sarebbe presente, in diverse varianti e con nomi differenti, da più di 50 anni sulle riviste di alimentazione. Recentemente, la dieta è tornata di tendenza poiché seguita dalle celebrità.

Le varianti presenti sono numerose e comprendono dei regimi alimentari estremamente rigorosi che prevedono un utilizzo esclusivo di bevande realizzate con del succo di limone, pepe di Cayenna e sciroppo d’acero, ma anche di acqua seguita da drink dall’effetto lassativo (per una decina di giorni).

Oltre a queste, esistono delle versioni della dieta più semplici da intraprendere, le quali consentono un consumo di bevande a base di limone accompagnate da una serie di diversi alimenti.

Quale motivo spinge le persone a seguire questa dieta? Secondo l’esperta nutrizionista, questa dieta promette una diminuzione di peso attraverso un trattamento di poco più di sette giorni. In questo breve periodo sono alte le probabilità di realizzare un regime alimentare in grado di funzionare.

Del resto, si parla di una strategia alimentare restrittiva, estremamente ipocalorica e senza dubbio non bilanciata, data l’assenza di corrette quantità di proteine, carboidrati e grassi, ma anche di micronutrienti come i minerali e le vitamine.

Contrariamente a quanto succede con molti altri regimi nutrizionali, la dieta del limone non mostra delle evidenze scientifiche relative a dei possibili e chiari vantaggi dal suo utilizzo.

Sovente, la dieta del limone si focalizza semplicemente sul risultato, ossia sulla perdita di peso, il quale deve essere raggiunto nel più breve tempo possibile. Si può dire di essere più magri dopo una settimana di dieta? No. Il dimagrimento è illusorio, poiché non riguarda la massa grassa.

Il peso perso nel breve periodo riguarda in particolar modo l’acqua. È estremamente importante comprendere come si possa perdere nel tempo, aldilà dei liquidi, anche della massa magra.

In definitiva, questa dieta consente in pochi giorni di perdere del peso, ma in modo inefficace, rischioso e facilmente dannoso.

limoni ripresi in primo piano con un set da thè a tema

Il peso che avrai dopo aver seguito questa dieta per una settimana si manterrà nel tempo?



Secondo l’esperta nutrizionista, la risposta è no. Quando si abbandona la dieta, il proprio peso non sarà probabilmente mantenuto a causa della rigidità della dieta stessa.

Dal punto di vista dell’appetibilità il regime alimentare si rivela essere insufficiente, questo per via della continua consumazione di limonate e dell’assenza di molte alternative alimentari.

Iniziare questo regime alimentare significherebbe rischiare seriamente di sentire costantemente un enorme senso di fame, che condurrebbe a spossatezza per via di assenza d’energia.

Le poche calorie assunte nella dieta possono altresì portare degli effetti indesiderati come svenimenti, nausea, vomito e mal di testa, ma anche crampi, problemi allo smalto dentale e un umore negativo.

Sorge spontanea una domanda: ne vale davvero la pena? Per quale motivo farsi così male?

Una dieta non è sinonimo di privazione o sofferenza, né può consistere solamente in una drastica riduzione dell’introito calorico al fine di perdere quanto più peso possibile in poco tempo. Una corretta perdita di peso potrebbe essere accuratamente programmata da un professionista per ottenere dei risultati in un periodo di tempo più lungo.

Il nutrizionista potrebbe per esempio includere nel regime alimentare delle norme nutrizionali più pratiche, realizzate sul fabbisogno energetico della persona, nonché sulle sue personali esigenze.

Insieme a un esperto sarà senza dubbio possibile dare vita a un percorso personalizzato, che condurrà a un miglioramento dell’alimentazione, nonché del proprio stile di vita.

La dottoressa non suggerirebbe la dieta del limone per tutti i punti precedentemente indicati: è eccessivamente rigida, non riesce a motivare a sufficienza e ottiene dei risultati fasulli, ai quali segue un aumento di peso.

La dieta viene in particolare sconsigliata alle persone che presentano alcune patologie, nonché ai bambini, alle donne in gravidanza o in allattamento e agli anziani.

Il mio suggerimento per te se desideri dimagrire velocemente


Ho personalmente testato su di me diversi regimi alimentari fino a scoprire un differente modo di perdere peso, efficace, piacevole e rapido.

Oltre a scegliere la dieta che meglio soddisfa le tue esigenze puoi provare un integratore naturale, un prodotto in grado di favorire una perdita di peso veloce ed efficace.

Ne ho provati tanti, dunque posso dirti che sfortunatamente la maggior parte di essi non funziona; molti di questi potrebbero persino portare effetti spiacevoli.

Dunque, per evitare un acquisto errato o persino dannoso per la tua salute, ti consiglio African Mango, un integratore che io e i miei amici abbiamo testato.

Questo prodotto ci ha aiutato a perdere peso velocemente e in modo gradevole. Se desideri acquistarlo al prezzo più vantaggioso del web allora ti consiglio di cliccare sul link che trovi sotto.

Ricorda tuttavia che si tratta di un integratore destinato a rimanere in Italia solamente per poco tempo.

immagine della soluzione per la dieta

una foto di Roberto Rossi, uno scrittore di Pensieri di Strada

AUTORE:

Roberto Rossi

Sono un’appassionato di salute e benessere che lavora e vive a Roma, la mia città natale. Ho passato  anni a provare diete e regimi alimentari di tutti i tipi e, spinto da una passione per questo settore e per sconfiggere l’obesità, ho deciso di scrivere e condividere le mie esperienze su questo sito.

Torna alla homepage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *