Dieta Fibromialgia: Cosa mangiare e come seguirla

Questo articolo spiegherà quali alimenti dovrebbero evitare coloro che soffrono di fibromialgia e che sono severamente vietati.

Nonostante la sua natura multifattoriale, la fibromialgia rimane un disturbo medico non riconoscibile.

Sono due milioni gli italiani che ne soffrono, quasi tutte donne.

L’astenia (stanchezza cronica) e il fibrofog (confusione mentale) sono i quattro sintomi principali della fibromialgia, il che significa che sono correlati in un modo o nell’altro.

I sintomi della fibromialgia non possono essere curati, ma un protocollo multifunzionale può ridurne la gravità.

A seconda del periodo di tempo, la remissione può variare da parziale a completa. Un trattamento sintomatico per malattie croniche come la fibromialgia, mira a migliorare la qualità della vita di chi ne soffre.

Protocollo fibromialgia con capacità multifunzionali

È una strada lunga e difficile per seguire il protocollo multifunzionale.

I miglioramenti sono così impressionanti, tuttavia, che diventa parte della vita di tutti coloro che convivono con la fibromialgia perché porta risultati così chiari e significativi.

La terapia nutraceutica, la terapia nutrizionale e la terapia del movimento fanno tutte parte del Protocollo Multifunzionale.

Quali alimenti dovrebbero essere evitati in una dieta per la fibromialgia

Ora sappiamo quali cibi sono considerati proibiti e quali vanno bene quando si segue una dieta fibromialgica.

I seguenti legumi sono legumi:
Le lenticchie devono essere sbucciate

Piante della famiglia Solanum:

Tra gli alimenti più sani in circolazione ci sono peperoni, peperoncini, melanzane, patate, bacche di Goji, pomodori, ma il tabacco è al primo posto. Come parte della famiglia della belladonna, il fumo di tabacco non solo danneggia la salute dei consumatori, ma aumenta anche i sintomi della fibromialgia nelle persone che ne soffrono.

Isacco:

È vietato consumare alimenti contenenti alti livelli di caseina. Ciò significa che il latte e lo yogurt sono vietati. Sono vietati formaggi di qualsiasi tipo. Si possono consumare anche formaggi stagionati (soprattutto quelli superiori ai 12 mesi).

Il latte di mucca o pecora può essere sostituito con latte di riso, latte di mandorle, latte di cocco o latte di nocciole. Poiché la soia è un legume, evita di usare il latte di soia.

Zucchero utilizzato nell’industria:

Non è bene consumare zucchero raffinato. Miele, cannella, cacao amaro, sciroppo d’acero o sciroppo d’agave sono tutte buone opzioni per dolcificare (ad esempio il caffè) o preparare dolci. Non sono ammessi dolcificanti di tutti i tipi.

Un cereale è il seguente:

Sono ammessi granuli come riso integrale, quinoa, amaranto, grano saraceno e avena non sbucciata (preferibilmente germogliata), ma tutti gli altri cereali devono essere evitati

Sebbene l’elenco sia piccolo, contiene molti alimenti comunemente usati dalle diete. Le diete vengono drasticamente modificate quando qualcuno intraprende questo viaggio. Tuttavia, quando combinato con il protocollo multifunzionale, è il miglior approccio terapeutico attualmente disponibile per la fibromialgia.

Esercizio per la fibromialgia

I sintomi attuali di un paziente vengono presi in considerazione quando si determina la terapia del movimento. Se i sintomi sono più pronunciati, può richiedere qualsiasi cosa, da una breve passeggiata a una serie di sessioni di allenamento a bassa e media intensità.

La fibromialgia non è rara tra gli atleti (maratoneti, golfisti, culturisti, solo per citarne alcuni) o personaggi famosi che sono coinvolti in attività sportive intense ma che soffrono di questa condizione. Lady Gaga si tiene in forma mentre viaggia in giro per il mondo nei suoi lunghi ed estenuanti tour.

Trattamento con integratori alimentari

Nella prossima sezione parleremo della dieta della fibromialgia e di come seguirla. La parte più difficile. Il tema della terapia nutrizionale, infatti, è molto complesso. Medicina che funziona. Il protocollo multifunzionale incorpora la nutrizione nel processo di trattamento.

È considerato una forma di medicina. Cambiare il modo in cui vedi il cibo è fondamentale quando si tratta la fibromialgia con la terapia nutrizionale. Piuttosto che chiedermi cosa posso mangiare, la domanda è “cosa non posso mangiare?”. Ci sono 5 categorie di macrofood che i pazienti con fibromialgia non dovrebbero consumare.

Terapia con nutraceutici

Gli integratori alimentari sono semplici da usare. L’uso di prodotti naturali noti come nutraceutici è efficace per ridurre i sintomi della fibromialgia (l’uso più comune per questi prodotti è Condro24 e Fibro24 in combinazione con grandi quantità di vitamina D).

Torna a Dimagrire-Facile.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *