Dieta Equilibrata: l’Alimentazione Perfetta [Testata]

Dieta Equilibrata

Sul web è possibile imbattersi in articoli e video relativi a diete di ogni genere. Ma quante di queste sono davvero utili? E quante costituiscono solo l’ennesima trovata pubblicitaria?

Molti dei regimi alimentari consigliati in rete presentano strutture e caratteristiche mai viste prima d’ora, mentre altri sono soltanto il remake di stili alimentari che andavano di moda nel passato.

La verità è che la maggior parte di queste diete serve soltanto a pubblicizzare prodotti dimagranti di dubbia utilità, ma che di per sé non sono in grado di offrire alcun risultato apprezzabile, soprattutto nel lungo periodo.

Alcune diete di dubbia provenienza provocano addirittura la comparsa del pericoloso effetto yo-yo, ovvero garantiscono un rapido dimagrimento, salvo poi favorire un nuovo aumento di peso.

Purtroppo, le fonti attendibili in rete sono sempre meno e le persone che hanno sperimentato davvero le diete di cui parlano sono pochissime. Ne consegue una scarsa veridicità delle fonti e la quasi totale assenza di feedback affidabili.

Tuttavia, il mio obiettivo e quello del portale sul quale stai navigando sono molto diversi rispetto agli intenti della maggior parte degli altri siti web.

Ti parlerò soltanto delle diete che io e il mio staff abbiamo sperimentato personalmente. Inoltre, abbiamo provveduto a corredare ogni stile alimentare con una recensione imparziale e una serie di consigli utili.

Proverò a spiegarti i pregi e i difetti di ogni dieta, offrendoti un supporto valido e completo, in grado di aiutarti a scegliere quella che fa davvero al caso tuo.

Detto questo, concentriamoci sul significato di dieta equilibrata e cerchiamo di capire quanto è importante un’alimentazione sana e variegata.

cibo spazzatura

I danni provocati dalle diete scorrette


Molte persone seguono un’alimentazione scorretta.

Se nelle nazioni occidentali il problema principale è costituito dagli eccessi a tavola, nel resto del mondo è facile trovare persone con importanti deficit nutrizionali.

Purtroppo, sono pochi gli individui che si nutrono in maniera equilibrata e rispettano i consigli di medici e nutrizionisti. Eppure, uno stile alimentare scorretto può provocare diversi disturbi e patologie.

I danni causati dalle abitudini alimentari errate fanno la loro comparsa nel lungo periodo, azionando un pericoloso meccanismo causa-effetto, che si evidenzia con la comparsa di allergie, intossicazioni alimentari e intolleranze di vario genere.

Quando tali patologie fanno il loro esordio (in genere accade dopo molti anni) è già troppo tardi.

I danni causati da un’alimentazione scorretta sono difficilmente risolvibili: l’unica soluzione è adottare uno stile di vita sano e cercare di conservarlo nel tempo, in modo da non peggiorare le proprie condizioni di salute.

Quali sono le caratteristiche di una dieta sana ed equilibrata?


Esiste davvero una dieta perfetta e, se sì, quali sono le sue caratteristiche?

Uno stile alimentare può definirsi corretto quando è quantitativamente soddisfacente, ovvero se garantisce il giusto apporto di ciascun nutriente fondamentale.

Tuttavia, la dieta deve essere accettabile anche da un punto di vista qualitativo; non bastano le giuste quantità di nutrienti, poiché sono anche la qualità e la provenienza dei prodotti a fare la differenza.

pasta con verdure

I glucidi nella dieta


Cercherò di fare qualche esempio che ti aiuti a comprendere meglio alcuni concetti fondamentali: dai carboidrati assunti giornalmente devono derivare il 60/65% delle calorie totali.

Molti individui soddisfano tale condizione, ma lo fanno seguendo un’alimentazione scorretta. È il caso di chi eccede con il saccarosio o il fruttosio, riducendo fortemente i carboidrati complessi.

Un regime alimentare sbilanciato in tal senso (ricco di dolci, bevande zuccherate, etc.) rischia di innescare, nel lungo termine, condizioni patologiche serie quali il diabete.

Per evitare rischi di questo genere, è molto importante limitare gli alimenti di cui ho fatto menzione poc’anzi, i quali non devono fornire più del 10-12% delle calorie giornaliere totali.

Il diabete, oltre che dall’alimentazione e da determinati fattori genetici, dipende anche da altri elementi, quali obesità e inattività motoria.

Pertanto, una dieta ideale deve anche ripartire adeguatamente i macro-nutrienti, restando sempre varia ed equilibrata.

Esempi di diete ripartite in maniera corretta


In una dieta non contano soltanto i macro nutrienti; se, ad esempio, sei abituato a soddisfare il tuo fabbisogno calorico in un solo pasto quotidiano, le grandi quantità di cibo assunte in un’unica volta dilateranno pian piano le pareti del tuo stomaco, aumentando la capacità gastrica e limitando la sensazione di appetito; tale abitudine, manco a dirsi, predispone al sovrappeso.

Una ripartizione calorica corretta prevede una distribuzione dei nutrienti in più pasti giornalieri, di cui tre principali (la prima colazione, il pranzo e la cena).

Di questi, la colazione deve fornire almeno il 20% delle calorie assunte durante tutta la giornata, mentre pranzo e cena il 30/35% ognuno. Il restante 10/15% dovrebbe essere coperto con lo spuntino pomeridiano e quello di metà mattina.

verdura con frutta

Dieta equilibrata: i macro nutrienti


Ovviamente, non basta ripartire i pasti per quantità di calorie, ma occorre suddividere queste ultime in base ai vari nutrienti. Il Ministero della Salute italiano suggerisce di prendere il 10/15% delle calorie giornaliere dalle proteine, il 25/30% dai grassi e il 55/65% dai carboidrati.

Gli acidi grassi


I grassi costituiscono un capitolo a parte. Vanno presi sul serio e devono essere ripartiti in questo modo: il 55% di quelli che consumi quotidianamente dovrebbero essere mono-insaturi, il 20% polinsaturi e il 25% saturi.

Non bisogna dimenticare gli acidi grassi essenziali, che devono apportare almeno il 2% delle calorie giornaliere (gli ω6 lo 0.5/1% e gli ω3 l’1/1.5%). Il colesterolo, invece, dovrebbe restare al di sotto dei 300 mg al giorno, mentre i grassi trans non dovrebbero superare i 5 g/die.

I Miei Consigli Per Perdere Peso


Cerca di incrementare il consumo di legumi, cereali, frutta e verdura limitando gli altri alimenti.

Si tratta di cibi fondamentali per il corretto funzionamento dell’organismo umano, in quanto apportano carboidrati (in particolar modo fibre e amido), minerali, vitamine e acidi organici essenziali. Inoltre, i legumi e i cereali costituiscono discrete fonti proteiche.

Infine, va ricordato che l’apporto di grassi e il tenore calorico di questi alimenti sono piuttosto limitati e tali caratteristiche, insieme al loro forte potere saziante, fa in modo che se ne possano consumare in quantità maggiori, senza che ciò comporti nessun problema.

Scegli i grassi migliori da un punto di vista qualitativo. I grassi vanno consumati attenendosi alle quantità indicate da medici e nutrizionisti, senza scostarsi troppo da tali linee guida, né per difetto né per eccesso.

Considerato il fatto che i grassi non possono in alcun modo mancare nella nostra alimentazione, vale la pena sceglierne di sani. La loro composizione chimica, infatti, è molto diversa è può sortire effetti importanti sulle condizioni di salute generali, soprattutto nel medio/lungo periodo.

cibo vario

È molto importante fare attenzione a non esagerare con i grassi di origine animale, i quali contengono livelli piuttosto elevati di colesterolo. Quest’ultimo concorre a peggiorare la salute dell’apparato circolatorio.

Fai attenzione ai dolci e alle bevande zuccherate.

Gli zuccheri semplici, ovvero fruttosio, glucosio, maltosio, saccarosio e lattosio sono presenti in tutti gli alimenti dolci: glucosio, fruttosio e saccarosio sono contenuti soprattutto nel miele e nella frutta matura; il maltosio è presente nei cereali; il saccarosio (ovvero lo zucchero comune) è quello utilizzato per preparare i dolci e dolcificare tisane e caffè; infine, il lattosio è presente nel latte.

Qualora fossi un appassionato di dolci, cerca di preferire sempre i prodotti da forno anziché cioccolata, caramelle, biscotti e merendine industriali.

Il motivo è molto semplice: oltre agli zuccheri semplici di cui abbiamo appena parlato, i prodotti da forno contengono anche carboidrati complessi ed altri nutrienti importanti. Caramelle e dolci di origine industriale, invece, contengono soltanto grassi e saccarosio.

Ad un forte consumo di zuccheri semplici corrisponde un rapido aumento della glicemia. Col tempo, questa tende a tornare ai valori iniziali. Tuttavia, quest’altalena può causare danni evidenti, che possono tradursi anche nella comparsa del diabete di tipo 2.

Bevi tanta acqua. Questa è alla base del nostro organismo. Nei neonati, l’acqua costituisce addirittura il 75% del peso corporeo. Tale quantità, ovviamente, diminuisce in età adulta, allorquando tende a stabilizzarsi intorno ad una frazione pari al 55/60% del peso corporeo.

Oltre che tra le varie fasce d’età, esistono differenze anche tra i due sessi, evidenti fin dall’adolescenza. Le donne, infatti, avendo più tessuto adiposo, possiedono una minor quantità d’acqua.

Ma a cosa serve l’acqua e perché è così importante? Questa è indispensabile per il corretto svolgimento di tutte le reazioni biochimiche e i processi fisiologici che avvengono nel nostro organismo.

ragazza che mangia

Veicola i nutrienti, contribuisce a mantenere la giusta temperatura corporea, aiuta la digestione. Tenere in equilibrio il cosiddetto bilancio idrico (ovvero il rapporto tra l’acqua in entrata e quella in uscita) è fondamentale per la conservazione di uno stato di salute ottimale.

Tieni a mente che l’acqua non apporta calorie e qualsiasi variazione del peso corporeo nel breve termine collegata al bilancio idrico è soltanto momentanea.

IN CHE MODO PERDERE PESO RAPIDAMENTE?


Ho testato personalmente molte diete e tante esperienze diverse mi hanno portato a capire che l’unico metodo per perdere realmente peso è trovare la dieta giusta per se stessi.

Tuttavia, esistono alcuni integratori naturali in grado di facilitare il compito ed accelerare il dispendio calorico anche a riposo. E tutto ciò senza alcuna controindicazione.

Ho provato moltissimi integratori e posso dire con assoluta certezza che la quasi totalità dei prodotti venduti in rete serve a poco o nulla. Molti di questi possono anche causare effetti collaterali sgradevoli, col rischio di non perdere soltanto tempo e soldi, ma anche di nuocere alla propria salute.

Il mio consiglio per chi desidera perdere peso più velocemente ma in modo naturale, è provare African Mango, un prodotto che mi ha aiutato a dimagrire in maniera piacevole.

Se desideri trovarlo ad un prezzo conveniente clicca sul link in basso.

Ma fai molta attenzione: sarà disponibile in Italia ancora per poco, pertanto affrettati e porta a casa uno degli integratori naturali più efficaci tra quelli presenti sul mercato!

immagine della soluzione per la dieta

una foto di Roberto Rossi, uno scrittore di Pensieri di Strada

AUTORE:

Roberto Rossi

Sono un’appassionato di salute e benessere che lavora e vive a Roma, la mia città natale. Ho passato  anni a provare diete e regimi alimentari di tutti i tipi e, spinto da una passione per questo settore e per sconfiggere l’obesità, ho deciso di scrivere e condividere le mie esperienze su questo sito.

Torna alla homepage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *